Guidare nel Regno Unito con la patente italiana

Guidare con la Patente di guida Italiana nel Regno Unito

Guidare nel Regno Unito con la patente italiana

È possibile Guidare con la Propria Patente di Guida Italiana nel Regno Unito?

Molti italiani, sia turisti che residenti a lungo termine, si chiedono spesso se sia possibile guidare nel Regno Unito utilizzando la propria patente italiana.

Per quanto riguarda l’Inghilterra e il Regno Unito in generale, la risposta è si.

La questione della reciprocità e riconoscimento delle patenti tra paesi diversi è un argomento delicato, soprattutto in un’epoca post-Brexit in cui le normative possono aver subito cambiamenti.

In questo articolo, analizzeremo le norme vigenti e le condizioni sotto le quali un cittadino italiano può utilizzare la sua patente di guida italiana nel Regno Unito, cercando di chiarire eventuali dubbi e fornendo informazioni aggiornate.

Ma andiamo con gradi e iniziamo con un piccolo test per vedere se possiamo guidare nel Regno Unito con la nostra patente di guida italiana.

 

Uso della Patente Italiana nel Regno Unito

L’uso della patente italiana nel Regno Unito è una questione di notevole importanza per coloro che intendono guidare in suolo britannico. La validità di una patente italiana in UK è strettamente legata al concetto di residenza e alle normative che regolamentano l’impiego di documenti di guida stranieri.

Residenza e Utilizzo della Patente Italiana

Per i cittadini italiani che risiedono nel Regno Unito e per i visitatori, la buona notizia è che è generalmente possibile utilizzare la propria patente italiana per guidare nel Regno Unito. Potrai guidare con la tua patente italiana fino alla età di 70 anni.

Purtroppo le patenti italiane hanno una validità molto inferiore a quella inglese (infatti la mia patente inglese è valida fino al 2051, quando avrò compiuto 60 anni). In questo caso sarà una tua scelta se rientrare in Italia e rinnovare la tua patente italiana oppure convertirla in patente GB.

Nota bene: Diventi automaticamente residente inglese se stai vivendo nel Regno Unito da almeno 183 giorni.

Validità della Patente Italiana in UK

La patente italiana è considerata valida nel Regno Unito, purché il conducente rispetti le leggi e le regolamentazioni locali. È fondamentale comprendere che il Regno Unito utilizza la guida a sinistra, il che potrebbe richiedere un periodo di adattamento per i conducenti provenienti da paesi in cui si guida a destra. Inoltre, è essenziale avere sempre con sé una traduzione ufficiale in inglese della patente italiana o una patente internazionale rilasciata in conformità con le convenzioni internazionali.

Convertire la Patente Italiana in Patente Inglese

Se la tua patente italiana è in prossimità di scadenza puoi decidere di rinnovarla o convertirla con una patente inglese. Nonostante sia possibile guidare con una patente italiana nel Regno Unito fino all’età di 70 anni, avere una patente inglese ha i suoi vantaggi tra cui:

  • Velocità nel convertire la patente: La procedura di conversione è relativamente rapida, richiedendo circa 3 settimane
  • Costo decisamente basso: Il costo di conversione è generalmente economico rispetto a ottenere una nuova patente
  • Semplicità del processo: Si può effettuare la conversione inviando i documenti richiesti alla DVLA (Driver and Vehicle Licensing Agency) o recandosi all’ufficio postale più vicino
  • Risparmio sulle assicurazioni: Gli assicuratori tendono a offrire tariffe più convenienti ai detentori di patenti inglesi
  • Facilità nel duplicare la patente: In caso di smarrimento o furto, la duplicazione della patente è semplificata

Ti consiglio di visitare il sito ufficiale del governo, dove dovrai completare alcune domande per determinare se la conversione della patente è necessaria nel tuo caso specifico.

Exchange a foreign driving licence - TEST

Tutti i cittadini europei possono guidare nel Regno Unito con la propria patente, sia che siano di passaggio o residenti.

La conversione della patente italiana in patente inglese è un’opzione disponibile solo per i residenti in Gran Bretagna, ovvero coloro che trascorrono più di 183 giorni di seguito nel paese. È importante notare che la conversione non è obbligatoria per le patenti rilasciate da uno stato membro dell’Unione Europea, poiché sono automaticamente valide in Inghilterra.

Tuttavia, alcune regole specifiche devono essere seguite:

  • Se sei residente in Inghilterra e hai compiuto 68 anni, puoi continuare a guidare con la tua patente italiana di categoria B per tre anni prima di dover richiedere una patente inglese.
  • A partire dai 70 anni di età, la conversione della patente italiana in patente inglese diventa obbligatoria.
  • Nel caso in cui tu abbia la patente per conducenti di bus o pullman, nota come “Driver Certificate of Professional Competence” (CPC), dovrai obbligatoriamente convertire la patente italiana in una patente inglese. Questa categoria di patente comporta requisiti specifici che devi conoscere, inclusi ulteriori dettagli che troverai nel paragrafo dedicato alle patenti speciali.

Conversione delle Patenti di Categoria A e B Italiane in Patenti del Regno Unito

La procedura di conversione delle patenti di categoria A e B è notevolmente agevole e veloce. Per iniziare, dovrai compilare il modulo D1, noto come driving licence form, che è disponibile sul sito ufficiale della DVLA (Driver and Vehicle Licensing Agency). Assicurati di fornire la tua patente italiana insieme a un documento d’identità valido (originale) al momento della richiesta. Inoltre, dovrai effettuare un pagamento di £43 per coprire i costi del processo.

Un vantaggio significativo di questo processo di conversione è la sua rapidità. Dopo aver inviato la domanda completa, potrai attendere la ricezione della tua nuova patente inglese in sole tre settimane. Questa domanda può essere compilata online attraverso il sito della DVLA o consegnata di persona presso un ufficio postale. È importante tenere presente che non ti verrà restituita la tua patente italiana originale.

Queste informazioni e istruzioni sono applicabili ai detentori delle patenti di categoria A e B che desiderano convertirle in patenti del Regno Unito.

OTTIENI SUPPORTO CONVERSIONE PATENTE

Richiedi

Conversione delle Patenti Speciali nel Regno Unito

La conversione delle patenti speciali, necessarie per guidare veicoli come gli autobus, richiede un processo specifico. Per avviare questa procedura, dovrai compilare i moduli D2 e D4 e sottoporti a esami medici. È importante notare che la conversione di una patente speciale è obbligatoria per poter guidare tali veicoli nel Regno Unito. Inoltre, per operare come conducente di autobus o camion in Inghilterra, dovrai acquisire il CPC (Certificato di Competenza Professionale del Conducente), ottenibile dopo aver superato quattro esami.

Una volta convertita la tua patente speciale italiana in una patente del Regno Unito, dovrai rinnovarla ogni cinque anni fino a raggiungere i 65 anni. Successivamente, a partire dai 66 anni, sarà necessario rinnovarla annualmente.

Per quanto riguarda i requisiti di conversione in base all’età:

  1. Se hai meno di 45 anni: Puoi guidare nel Regno Unito con la tua patente italiana speciale fino a 45 anni. Una volta compiuti i 45 anni, dovrai procedere con la conversione. La tassa di conversione nel 2020 è di £43. Sarà necessario compilare il modulo D2 e informare la DVLA entro 12 mesi dalla data in cui sei diventato residente.
  2. Se la tua età è compresa tra i 45 e i 66 anni: Puoi continuare a guidare nel Regno Unito con la tua patente italiana speciale fino a 66 anni. Raggiunti i 66 anni, dovrai avviare il processo di conversione. La tassa di conversione nel 2020 è di £43. Sarà necessario compilare sia il modulo D2 che il modulo D4 per la visita medica e informare la DVLA entro 12 mesi dalla data in cui sei diventato residente.
  3. Se hai più di 66 anni: Sarà obbligatorio convertire la tua patente speciale italiana in una patente del Regno Unito. La tassa di conversione nel 2020 è di £43, e dovrai compilare sia il modulo D2 che il modulo D4 per la visita medica.

Tutte queste informazioni si applicano alla Gran Bretagna, che comprende Inghilterra, Scozia e Galles. Nel caso dell’Irlanda del Nord, dovrai invece contattare la DVLNI (Driver Vehicle Licensing Northern Ireland).

Da notare che se hai ottenuto la tua patente in uno dei paesi non inclusi nella lista specifica (denominati “others”), non sarai in grado di convertirla in una patente inglese. In questo caso, potrai guidare nel Regno Unito con la tua patente per un massimo di 12 mesi. Una volta scaduti questi 12 mesi, dovrai richiedere una nuova patente.

Nonostante la conversione delle patenti speciali non sia obbligatoria per le categorie A e B, potrebbe risultare conveniente considerando che le assicurazioni spesso offrono tariffe più economiche per i titolari di una patente inglese.

Ottenere la Prima Patente di Guida nel Regno Unito

Se hai raggiunto l’età di 16 anni e aspiri a iniziare il tuo viaggio nella guida nel Regno Unito, il primo passo è richiedere il cosiddetto foglio rosa. Tuttavia, tieni presente che l’emozionante avventura nella guida completa inizia all’età di 18 anni.

Ecco come puoi ottenere la tua prima patente di guida nel Regno Unito:

1. Richiedi il Foglio Rosa (Provisional Driving Licence)

Inizia richiedendo il foglio rosa, noto anche come “Provisional Driving Licence,” attraverso il sito ufficiale del governo britannico o tramite un modulo D1 disponibile presso gli uffici postali locali. Avrai bisogno di fornire i documenti richiesti, tra cui il tuo passaporto, una fotografia recente, e un pagamento di £34 tramite carta di credito o assegno.

2. Compila il Modulo D1

Completa accuratamente il modulo D1 con tutte le informazioni richieste, assicurandoti di seguire le istruzioni fornite.

3. Invia la Domanda

Dopo aver compilato il modulo D1, invia la domanda insieme ai documenti richiesti all’indirizzo indicato sul modulo. Assicurati di avere una copia del modulo e delle tue informazioni di pagamento come prova.

4. Attesa della Conferma

Dopo aver inviato la domanda, dovrai aspettare alcuni giorni per ricevere la conferma della tua richiesta e del tuo foglio rosa. Questo documento ti consentirà di iniziare le lezioni di guida.

5. Inizia le Lezioni di Guida

Una volta in possesso del foglio rosa, sei pronto per iniziare le lezioni di guida con un istruttore autorizzato. Questo periodo di apprendimento ti preparerà per il test pratico della patente di guida.

6. Esame Pratico

Dopo aver acquisito sufficiente esperienza di guida e quando avrai compiuto 18 anni, potrai prenotare il tuo esame pratico della patente di guida (practical driving test). Preparati adeguatamente per questo test, poiché superarlo è fondamentale per ottenere la tua patente di guida completa nel Regno Unito.

7. Patente di Guida Completa

Se supererai con successo il tuo esame pratico, riceverai la tua patente di guida completa e sarai legalmente autorizzato a guidare da solo nel Regno Unito.

Assicurati di rispettare tutti i requisiti e le leggi locali durante il processo di ottenimento della tua patente di guida nel Regno Unito.

Normative Stradali e Sicurezza Stradale nel Regno Unito

Quando si guida nel Regno Unito, è importante avere una comprensione chiara delle normative stradali. Queste regole forniscono linee guida cruciali per una guida sicura e responsabile. In questa sezione, esploreremo alcune delle principali norme stradali nel Regno Unito, tra cui la circolazione nelle rotonde, le regole per le strade e autostrade, i limiti di velocità e l’abitudine di guidare a sinistra.

Ecco una panoramica più dettagliata:

Rotonde: Navigare Senso Orario con Precedenza a Destra

Nel Regno Unito, le rotonde rappresentano un aspetto comune delle strade. Tuttavia, per gli automobilisti stranieri, possono rappresentare una sfida. Il principio base è che il traffico scorre in senso orario nelle rotonde. Ciò significa che chiunque si trovi in una rotonda deve dare la precedenza ai veicoli provenienti dalla sua destra. Ad esempio, se desideri uscire da una rotonda, è essenziale cedere il passo ai veicoli che si trovano alla tua destra. Questa pratica potrebbe essere diversa da quella in vigore nel tuo paese d’origine, quindi presta particolare attenzione.

Norme per Strade e Autostrade

Le strade e autostrade britanniche sono soggette a regole specifiche, inclusi limiti di velocità e segnaletica. Conoscere queste norme è fondamentale per garantire la sicurezza su strada. Ad esempio, sulle autostrade britanniche, il limite di velocità standard è di 70 miglia all’ora (circa 113 chilometri all’ora), ma è importante essere consapevoli che ci possono essere variazioni a seconda dell’area e delle condizioni stradali. Rispettare i limiti di velocità è essenziale per evitare sanzioni e, soprattutto, per garantire la sicurezza di te stesso e degli altri utenti della strada.

Limiti di Velocità

Nel Regno Unito, ci sono diversi limiti di velocità da rispettare:

  • Nelle zone urbane, solitamente il limite di velocità è di 30 miglia all’ora (circa 48 chilometri all’ora). Questo è il limite massimo per garantire la sicurezza nei centri abitati.
  • Sulle strade extraurbane, il limite varia tra le 40 e le 60 miglia all’ora (circa 64-97 chilometri all’ora), a seconda delle condizioni della strada.
  • Sulle autostrade, il limite standard è di 70 miglia all’ora. Rispettare questi limiti di velocità è essenziale non solo per evitare sanzioni, ma anche per garantire la sicurezza stradale.

Guida a Sinistra

Nel Regno Unito, si guida a sinistra, il che può costituire una sfida per gli automobilisti provenienti da paesi in cui si guida a destra. Presta particolare attenzione durante i sorpassi e negli incroci per evitare situazioni pericolose. Mantenere la sinistra è fondamentale sia per la tua sicurezza che per quella degli altri utenti della strada.

Smarrimento o Furto della Patente Italiana nel Regno Unito: Cosa Fare

Quando perdi la tua patente italiana nel Regno Unito, è importante sapere cosa fare in modo tempestivo. Innanzitutto, dovresti denunciare il furto o lo smarrimento alle autorità britanniche. Per farlo, contatta la polizia locale e comunica loro quanto è accaduto.

Successivamente, dovrai richiedere una nuova patente italiana. Puoi farlo tramite il consolato italiano nel Regno Unito, che ti assisterà nel processo di ottenimento di un duplicato della tua patente. Raggiungere il consolato è un passo fondamentale per iniziare la procedura. Assicurati di avere tutti i documenti necessari, inclusa una dichiarazione di smarrimento o furto rilasciata dalla polizia britannica, che sarà richiesta durante il processo. Per ulteriori dettagli su come affrontare la perdita o il furto di documenti importanti, dai un’occhiata al nostro articolo dedicato.

Gestione delle Multe nel Regno Unito: Come Affrontarle in Modo Efficace

Nel Regno Unito, le multe possono colpire gli automobilisti in qualsiasi momento durante la guida. È fondamentale comprendere il processo di gestione delle multe e come pagarle entro i termini stabiliti per evitare ulteriori complicazioni. Ecco cosa fare quando ti trovi a dover affrontare una multa:

  1. Ricevi la Notifica della Multa: Quando ricevi una multa, questa verrà notificata a te o al proprietario del veicolo. La notifica solitamente contiene informazioni dettagliate sulla violazione commessa, l’importo della multa e la scadenza per il pagamento.
  2. Pagamento della Multa: È essenziale pagare la multa entro i termini stabiliti. Solitamente, hai un periodo di tempo specifico per effettuare il pagamento. Puoi farlo online, tramite telefono o tramite un bollettino di pagamento fornito con la notifica.
  3. Contestazione della Multa: Se ritieni di aver ricevuto una multa in modo ingiusto o per errore, hai il diritto di contestarla. In questo caso, dovrai seguire il processo di contestazione, fornendo prove e documentazione a supporto della tua richiesta.
  4. Assistenza Personalizzata per Contestare le Multe: Se ritieni che la multa sia stata emessa in modo errato o ingiusto e desideri assistenza per contestarla, il nostro team è a tua disposizione. Siamo qui per fornirti consulenza e assistenza personalizzata per cercare la cancellazione della multa, se applicabile. Contattaci oggi stesso e facci sapere come possiamo aiutarti a risolvere questa situazione.

OTTIENI ASSISTENZA CANCELLAZIONE MULTA

Contattaci Ora

Guidare nel Regno Unito Richiede una Copertura Assicurativa Adeguata

Ecco cosa dovresti sapere:

1. Obbligo di Assicurazione: In Regno Unito, è obbligatorio avere un’assicurazione per coprire il tuo veicolo. Anche se prevedi di guidare solo per un breve periodo, dovrai comunque essere assicurato. Se stai affittando un’auto, spesso l’assicurazione base è inclusa nell’affitto.

2. Tipi di Assicurazione: Ci sono tre principali tipi di assicurazione auto nel Regno Unito:

  • Terze Parti (Third Party): Questo è il livello di base che copre i danni causati ai veicoli di terze parti ma non al tuo.
  • Terze Parti, Furto e Incendio (Third party, Fire and Theft): Simile al primo, ma aggiunge protezione contro il furto e l’incendio.
  • Casco (Comprehensive): Questo è il livello di copertura più completo e include danni a entrambi i veicoli coinvolti nell’incidente. Anche se è più costoso, è spesso la scelta consigliata.

3. Copertura Assicurativa dalla Tua Agenzia: Se porti la tua auto dall’Italia al Regno Unito, assicurati di avere una copertura assicurativa valida. La tua agenzia di assicurazioni dovrebbe fornirti un certificato tradotto in inglese che conferma il tuo livello di protezione.

4. Cambiare Assicurazione Italiana con una Inglese: Se desideri cambiare la tua assicurazione italiana con una inglese, potrebbe essere richiesto un documento ufficiale dalla tua assicurazione italiana che attesti il tuo livello di protezione. Avere una comprovata esperienza di guida senza incidenti negli ultimi anni può influire positivamente sul costo dell’assicurazione.

5. No Claims Bonus: Durante la registrazione di una nuova assicurazione, avrai la possibilità di selezionare quanti anni sei stato senza incidenti (No Claims Bonus). Questo può influire sui premi dell’assicurazione.

6. Conversione della Patente: Se converti la tua patente italiana in una patente britannica (ricordando che devi essere residente nel Regno Unito da almeno 6 mesi per farlo), potresti beneficiare di prezzi assicurativi più convenienti. Le compagnie assicurative tendono ad offrire tariffe vantaggiose ai detentori di patente britannica.

Mantenere una copertura assicurativa adeguata è fondamentale per guidare legalmente e in sicurezza nel Regno Unito. Assicurati di avere la giusta assicurazione prima di metterti alla guida.

CALCOLA IL TUO PREVENTIVO ASSICURATIVO PER L’AUTO

Calcola Ora

Affitto Auto nel Regno Unito

Noleggiare un’auto nel Regno Unito è spesso una scelta conveniente e flessibile per gli automobilisti. Tuttavia, è importante considerare alcune considerazioni essenziali prima di procedere con l’affitto.

  • Documenti Necessari: Quando si noleggia un’auto nel Regno Unito, è necessario presentare alcuni documenti. Questi includono la tua patente di guida valida e il passaporto come prova di identità. In alcuni casi, potresti anche essere tenuto a mostrare una carta di credito valida a tuo nome per coprire eventuali spese accessorie o depositi di sicurezza.
  • Età Minima: La maggior parte delle società di noleggio auto nel Regno Unito richiede che il conducente abbia almeno 21 anni, sebbene l’età minima possa variare da un’azienda all’altra. I conducenti più giovani potrebbero dover affrontare costi aggiuntivi o limitazioni sull’auto che intendono noleggiare.
  • Condizioni dell’Affitto: Prima di firmare un contratto di noleggio, è fondamentale leggere attentamente le condizioni. Questo include le politiche di carburante (ad esempio, se devi restituire l’auto con lo stesso livello di carburante con cui l’hai ritirata), le restrizioni di chilometraggio e le spese extra per ritardi nella restituzione dell’auto.
  • Assicurazione: Le società di noleggio offrono spesso un’assicurazione di base inclusa nel costo dell’affitto. Tuttavia, è consigliabile considerare l’opzione di un’assicurazione supplementare per garantire una maggiore copertura in caso di incidenti o danni all’auto.
  • Guida a Sinistra: Se non sei abituato a guidare a sinistra, considera che nel Regno Unito la guida è sulla sinistra. Questo può richiedere un periodo di adattamento per i conducenti provenienti da paesi in cui la guida è a destra.
  • Prenotazioni: Prenotare in anticipo l’auto di noleggio può spesso garantirti tariffe più convenienti e una maggiore disponibilità di veicoli. Inoltre, confrontare diverse società di noleggio e leggere recensioni può aiutarti a trovare la migliore offerta per le tue esigenze.

Importazione di un Veicolo dall’Italia

Se stai considerando l’importazione di un veicolo dall’Italia al Regno Unito, è fondamentale comprendere completamente il processo e i requisiti coinvolti. Per una guida dettagliata su come importare con successo un veicolo, inclusi i documenti necessari, le tasse e i passaggi chiave da seguire, ti invitiamo a leggere il nostro articolo dedicato all’importazione di veicoli dall’Italia. Questo articolo fornisce informazioni approfondite e consigli utili per aiutarti a navigare con successo attraverso il processo di importazione.

Se hai qualche domanda relativa alla patente di guida italiana o semplicemente vuoi darci qualche suggerimento, scrivi nell’apposita sezione commenti qua sotto.

Domande Frequenti

Sì, puoi guidare con la tua patente italiana anche se sei un visitatore per un periodo limitato nel Regno Unito

Puoi guidare con la tua patente italiana nel Regno Unito fino all’età di 70 anni

Puoi scegliere se rinnovare la patente italiana in Italia o convertirla in patente inglese

La conversione è rapida, economica e offre risparmi sulle assicurazioni

Devi compilare il modulo D1, inviare la patente italiana e un documento d’identità, ed effettuare il pagamento

La conversione è obbligatoria, e ci sono regole specifiche da seguire

Puoi farlo fino a 45 anni, dopodiché dovrai convertirla

È importante avere una copertura assicurativa valida, e convertire la patente può abbassare i costi

Deve essere in possesso della patente italiana valida e, se necessario, di un certificato di traduzione

Nel caso dell’Irlanda del Nord, dovrai contattare la DVLNI (Driver Vehicle Licensing Northern Ireland) per informazioni sulla conversione della patente

53 commenti
  1. Ilaria
    Ilaria dice:

    La mia patente italiana è scaduta a marzo. Volevo rinnovarla in Italia ma per il lockdown non sono potuta scendere. Posso convertirla in patente britannica anche se scaduta?

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Ilaria, credo che per via del Covid la durata delle patenti sia stata estesa. Suggerisco che tu chiami la DVLA per avere informazioni corrette su come convertire la patente italiana scaduta.

      Rispondi
  2. Malcolm
    Malcolm dice:

    Ciao,

    Grazie per l’articolo.

    Ho avviato il processo per convertire la patente italiana in inglese dato che le assicurazioni per la moto hanno prezzi allucinanti con quella italiana.

    Volevo sapere se si può guidare mentre si attende la spedizione della nuova patente inglese.

    Grazie

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Buongiorno Malcolm,
      Se la tua patente italiana ti permette di guidare la moto, allora potrai guidare la moto anche con la patente inglese – pure mentre attendi la conversione.

      Rispondi
  3. Paola
    Paola dice:

    Save a tutti,

    Sono residente in Uk da più di 3 anni. Ho convertito la mia patente italiana in uk 3 anni fa, per avere la mio primo proof of address. In seguito ho cambiato diversi indirizzi senza cambiarli sulla patente. Premetto che non guido in Uk e non ho mai guidato in questi anni, quindi anche per questo ho dato poco peso al cambio di indirizzo. Adesso vorrei finalmente aggiornarlo, ma ho letto che posso essere multata fino a £1000 per non averlo fatto prima. Voi cosa sapete al riguardo? Grazie per il vostro aiuto.

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Paola,
      In teoria potresti ricevere una multa solo nel caso venissi fermata a un posto di blocco e il tuo indirizzo sulla patente non fosse aggiornato. Io personalmente ho cambiato l’indirizzo sulla patente dopo oltre 3 anni e non ho mai ricevuto alcuna multa. Suggerisco di contattare la DVLA e verificare con loro la tua informazione.

      Rispondi
  4. Daniele
    Daniele dice:

    Ciao io vivo in Scozia da 2 anni e mezzo e vorrei convertire la mia patente italiana in patente UK.
    Premetto che non sono iscritto all AIRE e non vorrei neanche farlo, ho quindi la residenza ancora in Italia.
    Detto questo vorrei sapere se un giorno quando rientrerò in Italia a vivere ( non prima di 3/4 anni ) posso convertire di nuovo la mia patente UK in quella italiana tenendo presente che tra 3 anni UK non sarà più in Europa. Grazie

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Daniele,
      piccola premessa. Il Regno Unito non fa parte dell’Europa dal 1 Febbraio 2020.

      In base alle regola attuali e’ possibile convertire la patente inglese in patente italiana al rientro in Italia. La DVLA, motorizzazione inglese, sostiene che non ci saranno degli stravolgimenti delle regole attuali. Ma, mai dire mai…

      Rispondi
  5. laura
    laura dice:

    Ciao,
    Vivo in UK dal 2016, nel 2017 mi e’ scaduta la patente italiana, ma purtroppo non me ne sono accorta fin a una settimana fa. Come puoi immaginare, panico perche’ sono piu’ di tre anni. Ho scritto alla motorizzazione spiegando i fatti, ma dicono che dovrò necessariamente riaffrontare i due esami seppur semplificati.

    Oppure mi hanno suggerito di convertirla in una patente UK. Ma anche se e’ scaduta? Grazie mille per ogni risposta. Buona serata e stay safe!

    Laura

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Laura,
      so che c’è un tempo limite per rinnovare la patente dopo scaduta e dovrebbe essere un anno ma soprattutto rinnovandola in Italia.

      Devi chiamare la DVLA ma penso che non ci sia nulla da fare se non rifare la patente da capo. Però potrei sbagliare. Rinnovo il suggerimento di contattare la DVLA (la motorizzazione inglese)

      Saluti,
      Marco

      Rispondi
  6. Salvo
    Salvo dice:

    Salve, guida molto utile, grazie mille.
    Volevo chiedere, come nel caso di tanti qui sotto, sono iscritto all’AIRE dunque residente in UK e la mia patente scade a Gennaio 2021. Dato che non guido in UK ma solo sporadicamente in Italia quando torno, vorrei sapere se non esiste alcun modo per me di rinnovare la patente italiana e non convertirla, semplicemente perchè vorrei evitare qualsiasi tipo di problema nel dopo Brexit.

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Salvo,

      la teoria e’ che se sei iscritto all’AIRE puoi convertire/rinnovare la patente solo nel Regno Unito. Contatta la motorizzazione civile italiana per avere maggiori informazioni.

      Rispondi
  7. Ginger
    Ginger dice:

    Buona sera,
    Cortesemente posso chiedere un consiglio?

    Io vivo da 10 anni in UK, Italiana con cittadinanza Inglese.

    6 anni fa ho convertito la patente Italiana con quella Inglese perchè ero convinta di volere vivere qui per sempre e soprattutto per i vantaggi che comportava quella Inglese ovvero di non dover rinnovarla tramite test ogni 10 anni.
    Ora voglio trasferirmi in Spagna e mi sono pentita tantissimo di averla convertita perchè con la Brexit ho giá letto che la Spagna non accetterá le patenti Inglesi dopo Dicembre 2020 mentre l’Italiana si perchè ancora nella comunitá EU.

    C’è un modo per tornare indietro a quella Italiana?
    O devo rifare il test?

    Odio la Brexit!!
    Grazie mille

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Ginger, per poter convertire la patente da inglese a italiana devi essere residente in Italia. Una soluzione potrebbe essere convertire la tua patente da inglese a spagnola, quindi sarebbe una patente Europea. Dovresti verificare con la motorizzazione spagnola.

      Rispondi
  8. Alessandro
    Alessandro dice:

    Sono residente in UK da 3 anni, ho una patente Italiana valida per zona EU che comprende sia patente B che patente A, devo per forza convertirla in patente GB? Se si, perdo qualche diritto a poter guidare sia le auto cat. B che le moto cat. A, oppure mi verrà consegnata la patente con autorizzazione a poter guidare ambe 2 come in Italia? La patente A avrebbe la stessa validità di quella Italiana? Non vorrei poi ritrovarmi con la patente A valida al massimo per i 125. Grazie in anticipo

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Alessandro,
      non perderesti alcun diritto. Non sei obbligato a convertire la patente però avrai una certa convenienza con le assicurazioni.

      Rispondi
  9. Michael
    Michael dice:

    Salve, vivo a Londra e ho convertito la patente di tipo B, ora vorrei prendere la patente per la moto di tipo A2 o A. Vorrei prenderla in Italia e possibile farlo avendo già convertito la mia patente italiana? Potrei guidare in Inghilterra? Grazie

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Michael,
      In teoria sei sei residente nel Regno Unito e hai patente inglese, devi prima convertirla in patente Italiana. Ti suggerisco di contattare la motorizzazione Italiana e parlare direttamente con loro chiedendo quali siano le regole da seguire. In alternativa, puoi prendere la patente A nel Regno Unito ma devi dare dia la teoria che la pratica, anche se hai la patente B.

      Rispondi
  10. Nino
    Nino dice:

    Ciao, un’info. Mi scade la patente a maggio 2021, mi conviene rinnovarla in Italia o convertirla in inglese? Vivo da 10 anni in UK. Posso sempre guidare in UK con patente italiana? Se la converto, posso guidare in Italia con patente Inglese? Grazie.

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Nino.
      In teoria non puoi rinnovare la patente in Italia se vivi nel Regno Unito e sei quindi residente. A questo punto sarebbe magari più opportuno convertire la patente da italiana a inglese che ti porterebbe inoltre ad avere degli sconti sulle assicurazioni. Puoi guidare con la patente italiana in UK e con la patente UK in Italia. E’ anche vero che dall’anno prossimo le cose potrebbero cambiare causa Brexit. Se hai bisogno di aiuto per la conversione della patente scrivici via email su info@viverelondra.com

      Rispondi
  11. Mario
    Mario dice:

    Buongiorno,

    volevo sapere se si può convertire la patente italiana (auto e moto) in patente inglese e tenere la patente italiana… visto che con l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea non si sarebbe più in possesso di due patenti EU, ma di una italiana e una inglese extra-ue… Quando vivevo negli Stati Uniti avevo fatto così, con un certificato del consolato italiano negli USA portato alla motorizzazione USA, pagando 80 dollari, mi hanno fatto la patente americana e ho potuto tenere quella italiana… spero sarà così la regola anche per il Regno Unito, se non adesso in questo anno di transizione, magari a partire da gennaio 2021, perché convertire la patente italiana in inglese adesso senza poter tenere quella italiana (quindi di fatto non avere più una patente EU) sarebbe una fregatura.

    Grazie

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Mario.

      La teoria dice che quando fai richiesta di una nuova patente allora devi inviare la tua patente attuale che verrà distrutta. Potresti eventualmente fare richiesta di conversione patente italiana > patente inglese e mantenere fisicamente la patente italiana ma non so se abbia validità. Potresti contattare il DVLA (motorizzazione inglese) e chiedere informazioni circa cosa succeda alla tua patente italiana in caso di conversione. In alternativa, potresti restare con la patente italiana fino al 2021 e aspettare di conoscere le nuove regole.

      Saluti.

      Rispondi
  12. Nabil
    Nabil dice:

    Salve, ho la patente italiana C, E e CQC prese in Italia. Vorrei convertirle negli UK. Mi danno anche il CPC driver??? Perché ho visto che dicono che bisogna fare 4 esami per CPC. Qui qualcuno dice che se hai preso la patente in un paese membro (europeo) puoi convertire tutti le patenti… grazie x aiuto…

    Rispondi
  13. FrancyAkua
    FrancyAkua dice:

    La patente italiana, se si è residenti qui in UK ed iscritti all’AIRE, DEVE essere convertita in patente UK. Non può essere rinnovata in Italia. FONTE: motorizzazione civile Italiana. E non so da dove salti fuori che le patenti UK abbiano una durata superiore a quelle italiane. Entrambe scadono dopo 10 anni.

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Francy,
      Apprezzo molto il tuo intervento però vorrei far notare che puoi utilizzare la tua patente italiana in UK senza necessità di doverla convertire. Verifica la fonte prima. Stessa cosa per la durata. La patente inglese scade quando raggiungi i 70 anni e l’unico rinnovo che devi fare è un aggiornamento della fotografia ogni 10 anni. Superati i 70 anni, il rinnovo della fotografia deve essere fatto ogni 3 anni.

      Rispondi
  14. Valeria
    Valeria dice:

    Ciao, vivo in Inghilterra da 3 anni, e mi hanno detto che adesso sono obbligata a convertire la mia patente da italiana ad inglese.
    Ho richiesto il pack/form1, però volevo capire, visto che devo spedire loro la patente originale, io nel frattempo, posso guidare? Lavoro a 45 min dalla città dove abito, e la macchina mi serve, non credo che mi daranno 3 settimane circa di Holiday per aspettare la nuova patente. Se guido e mi fermano, che succede?
    Grazie per quando potrai rispondermi.

    Rispondi
  15. Massimiliano
    Massimiliano dice:

    Ciao, sono in UK dal 2001 e la patente italiana scade a Giugno 2020. È possibile rinnovare (anzi, la dovrei rifare perché la foto è di vent’anni fa e non mi riconosco neanche io) la patente in Italia anche se vivo in UK? Se sì mi potreste gentilmente dire chi devo contattare? Ho consultato il sito ACI ma non trovo le informazioni che mi servono. Grazie

    Rispondi
  16. Davide
    Davide dice:

    Salve
    Attualmente sono in possesso delle patente A1 + B e ho intenzione di convertirla in Inghilterra per pagare meno con l’assicurazione, allo stesso tempo ho bisogno di fare la A3 in Italia (Per sostenere solo la pratica)
    La mia domanda é: Quando saró in possesso della patente inglese potró comunque dare la patente della moto in Italia sostenendo solo la teoria ?

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Davide,
      Immagino tu intenda dire “sostenendo solo la pratica”.
      Le due cose si escludono a vicenda. Puoi convertire la patente inglese solo dopo che ottieni la residenza inglese, quindi dopo 185 giorni che vivi nel Regno Unito. Allo stesso tempo, puoi dare solo la pratica in Italia per la patente A solo se sei residente in Italia.
      Quindi ti suggerisco di conseguire la patente A in italia prima ancora di risultare residente nel Regno Unito e quindi prima ancora di convertire la patente a quella inglese.

      Rispondi
      • Salvo
        Salvo dice:

        Ciao, io ho sentito di persone che hanno convertito la patente A1/B Italiana in UK e hanno avuto in cambio la A full + B.
        Io ho una patente dell’A1 conseguita nel 2009 e la B nel 2010, ora le ho mandate per la conversione alla DVLA, pensi che ci sia qualche chance che possa arrivarmi la patente A full senza bisogno di sostenere esami teorici e pratici per la moto? Grazie mille

        Rispondi
        • Marco Abis
          Marco Abis dice:

          Ciao Salvo,
          in teoria no. Se tu hai una patente italiana che ti permette di guidare solo motocicli fino a 125CC o 250CC, la conversione in patente inglese ti permetterà di guidare lo stesso tipo di moto. Ciò che puoi fare e’ tenere la tua patente italiana e sostenere l’esame di pratica in Italia per ottenere la patente A Full. In In Italia se hai la patente B puoi dare direttamente la pratica per la A, mentre in Inghilterra devi rifare tutto da zero.

          Rispondi
  17. Carmelo
    Carmelo dice:

    Ciao, io ho vissuto in uk dal 11/2015 al 02/2017 circa, sono tornato in Italia da quasi tre anni, ma adesso vorrei tornare in UK, vale anche per me il fatto di aspettare 6 mesi per poter convertire la patente o potrò farlo sin da subito?

    Rispondi
  18. FABIO
    FABIO dice:

    Ciao,
    ho uno scooter 300 appena comprato che vorrei portare con me in UK (mi trasferirò a Febbraio). Attualmente devo ancora prendere la patente A2 (necessaria per guidare il veicolo in Italia) ma sono in possesso della B. Cosa mi conviene fare? Mi sembra di aver capito che se porto lo scooter dopo 6 mesi devo immatricolarlo in UK per continuare ad utilizzarlo. E’ corretto? Inoltre per la patente mi conviene procedere con la A2 o mi conviene prenderla direttamente in UK? Quali sono le regole per guidare gli scooter 300?
    Grazie

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Fabio.
      Corretto, se resti piú di 6 mesi nel Regno Unito devi registrare obbligatoriamente il tuo scooter. Ci sono diverse regole sui veicoli importati nel Regno Unito, dai una lettura al sito ufficiale. Inoltre, le assicurazioni risulteranno essere piú care e la registrazione dello scooter alla DVLA (motorizzazione inglese) non é sempre certa.
      Per quanto riguarda la tua seconda domanda circa se sia meglio conseguire la patente A in Italia o nel Regno Unito, io mi sento di suggerirti di prenderla in Italia. Nel Regno Unito infatti, anche se hai la patente B, per ottenere la patente A devi ridare pure la teoria, cosa che eviteresti se la facessi in Italia.
      A te la scelta 🙂

      Rispondi
  19. Caidi
    Caidi dice:

    Sono cittadino italiano e vivo attualmente a Londra. Ho la patente italiana convertita da quella marocchina dopo 50 anni che guido in Italia, voglio convertire la patente italiana con quella inglese ma ho avuto una risposta negativa perché io ho avuto la patente prima in Marocco. Qualcuno mi può aiutare?

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Caidi. Il sito della motorizzazione inglese (DVLA) indica che se hai effettuato il test in un paese che non sia tra quelli indicati (il Marocco non è indicato) allora non puoi convertire la tua patente in patente inglese e puoi guidare qua fino a un massimo di 12 mesi. Ti suggerisco di chiamare il DVLA e parlare direttamente con loro. Segui questo strumento online che ti mostra le informazioni che ti ho appena dato.

      Rispondi
  20. Bearrice
    Bearrice dice:

    Salve, scusate la domanda forse un po’ stupida… Vivo in UK da due anni, ho acquistato la mia macchina e fatto l’assicurazione con la mia patente italiana. L’anno scorso la mia patente stava per scadere e quindi l’ho convertita…ora mi trovo a dover rinnovare l’assicurazione e stavo vedendo dei preventivi online e qui arriva il mio problema: visto che ora ho una uk licence devo dichiarare che ne sono in possesso dalla data di immissione ( cioè solo un anno praticamente)? O posso dichiarare che ne sono in possesso dal momento in cui l’ho conseguita in Italia( che sarebbero 10 anni )?! Nel caso dovessi seguire la prima opzione la mia quota assicurativa si alza e non di poco, nonostante abbia anche 2 anni di NCB!!! Help please!!! Spero qualcuno possa chiarire il mio dubbio!!

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Beatrice,
      Domanda per nulla stupida, la questione assicurazioni inglesi e’ abbastanza complicato. Che cosa dice esattamente la domanda? se nella riga precedente ti chiede “hai una full UK licence?” e subito dopo da quando hai la patente senza specificare altro, in teoria si sta riferendo alla patente UK. Puoi mandarmi uno screenshot per favore? puoi utilizzare Jing o mandarmelo tramite Facebook.

      Rispondi
  21. Maria Laura
    Maria Laura dice:

    Ciao, grazie dell’articolo! La mia patente Italiana sta per scadere , devo per forza tornare in Italia per rinnovarla? Qual’è la maniera più conveniente e veloce per rinnovarla

    Rispondi
  22. abdu
    abdu dice:

    Ciao, ho convertito la mia patente Marocchina in Italia nel 2006. Ora che vivo in Germania, posso utilizzare la mia patente solo per 6 mesi, cosi devo fare?

    Rispondi
      • Reza
        Reza dice:

        Ciao a tutti. Io ho una patente italiana già convertita una volta dall’iraniana. Ora mi voglio trasferire nel Regno Unito e ho paura che la mia patente italiana essendo già convertita una volta non sia convertibile in UK visto che non fa parte di quella lista di paesi che possono convertire la loro patente anche se al di fuori dell’Europa.

        Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *