Contratto casa mazzo chiavi

Il contratto di casa nel Regno Unito

Contratto casa mazzo chiavi

Ti Senti Confuso sui Contratti di Casa nel Regno Unito?

Ottenere tutte le informazioni riguardanti il contratto di casa non sempre è facile. Cercheremo di darti tutte le istruzioni e informazioni necessarie nella nostra guida sui contratti di casa nel Regno Unito.

Hai mai avuto dubbi su come interpretare un contratto di casa? Sei nel posto giusto! In questo articolo, faremo luce su tutto ciò che riguarda i contratti di casa nel Regno Unito in un modo facile da capire. Parleremo di chi li scrive, cosa contengono, e perché dovresti preoccupartene se vuoi affittare casa a Londra o nel Regno Unito. E, naturalmente, esploreremo anche le leggi e i regolamenti che li riguardano. Preparati a mettere fine alla confusione e a scoprire come questi contratti possono influire sulla tua vita.

Cos’è un Contratto di Casa?

In parole semplici, un contratto di casa è un accordo scritto che mette nero su bianco tutti i dettagli quando compri o affitti una casa nel Regno Unito. Questo documento è come una specie di “manuale” che spiega tutto, dall’importo del canone d’affitto o prezzo d’acquisto alle regole del gioco. Ci sono vari tipi di contratti, ma in sostanza, sono tutti lì per dirti come funziona la tua nuova dimora.

Perché i Contratti di Casa sono Importanti?

Ora, perché dovresti preoccuparti di tutto questo? Bene, i contratti di casa sono un salvagente tanto per gli affittuari (tenants) quanto per i proprietari (landlords). Per te, come affittuario, sono una sorta di garanzia che nessuno può semplicemente darti il benservito da un giorno all’altro. Per i proprietari, sono come un “assicurazione” che l’affittuario seguirà le regole e si prenderà cura della casa.

Sapevi che nel Regno Unito il contratto verbale è un contratto valido? Vediamo le differenze tra contratto di locazione scritto e verbale.

Contratto di Locazione Scritto:

Un contratto di locazione scritto è un accordo formale e documentato tra locatore e affittuario. Questo tipo di contratto dettaglia in modo chiaro e specifico i termini e le condizioni dell’affitto, inclusi il canone di locazione, la durata del contratto, le responsabilità di manutenzione e riparazioni, i diritti e i doveri di entrambe le parti e altre disposizioni.

I vantaggi di un contratto di locazione scritto sono la chiarezza e la protezione legale. Ogni parte ha una copia del contratto a cui fare riferimento, il che riduce le possibilità di dispute dovute a incomprensioni. In caso di controversie, il contratto scritto può servire come prova chiara degli accordi concordati.

Tuttavia, la stesura di un contratto di locazione scritto richiede tempo e potrebbe richiedere assistenza legale. È importante assicurarsi che il contratto sia conforme alle leggi sulla locazione del Regno Unito e che rifletta accuratamente gli accordi tra locatore e affittuario.

Contratto di Locazione Verbale:

Un contratto di locazione verbale, come suggerisce il nome, è un accordo orale tra un locatore e un affittuario. In questo tipo di contratto, gli accordi e i termini vengono espressi verbalmente e spesso basati sulla fiducia reciproca tra le parti. Mentre i contratti verbali sono legali nel Regno Unito, sono meno sicuri e meno raccomandati rispetto a quelli scritti.

I vantaggi di un contratto di locazione verbale includono la sua semplicità e la possibilità di essere flessibile, adatta a situazioni a breve termine o a rapporti tra amici o familiari. Tuttavia, possono sorgere dispute a causa dell’ambiguità o dell’incomprensione dei termini, ed è più difficile dimostrare gli accordi in caso di controversie.

In generale, mentre i contratti verbali possono essere accettabili per situazioni informali, è fortemente consigliabile utilizzare contratti di locazione scritti per garantire chiarezza, protezione e facilità nella risoluzione di dispute nei rapporti locatore-affittuario nel Regno Unito.

Chi Scrive il contratto di casa?

Qui la musica cambia a seconda delle situazioni. Spesso, sono gli agenti immobiliari a scrivere il contratto di casa. Ma, se vuoi essere proprio sicuro che tutto sia fatto per bene, puoi pensare di coinvolgere un avvocato esperto in diritto immobiliare. L’importante è che tu sia sicuro di aver compreso bene il contenuto del contratto.

E’ inoltre fondamentale sapere cosa troverai nel tuo contratto di locazione:

  • I nomi di tutte le persone coinvolte
  • Il prezzo dell’affitto e come viene pagato
  • Informazioni su come e quando l’affitto sarà revisionato
  • L’importo del deposito e come sarà protetto
  • Dettagli su quando il deposito può essere trattenuto in tutto o in parte (ad esempio per riparare danni che hai causato)
  • L’indirizzo della proprietà
  • La data di inizio e di fine del contratto di locazione
  • Eventuali obblighi del locatario o del locatore
  • Una panoramica delle spese di cui sei responsabile
Scopri di più  Trasporti Londra: le corriere

Può anche includere informazioni su:

  • Se il contratto di locazione può essere interrotto anticipatamente e come può essere fatto
  • Chi è responsabile per le piccole riparazioni (diverse da quelle per le quali il locatore è legalmente responsabile)
  • Se la proprietà può essere affittata a qualcun altro (sublocazione) o avere coinquilini

Quanto dura il contratto di locazione in UK?

I contratti di casa possono avere durata variabile.

Ci sono quelli a lungo termine che ti legano per anni e quelli a breve termine che ti danno un po’ più di flessibilità. La durata del contratto fa la differenza sulle regole che devi seguire, pertanto presta attenzione a ciò che firmi!

Contratti a termine fisso e contratti a breve termine:

  • Contratti di locazione periodo fisso: rinnovo semestrale o annuale
  • Contratti a breve termine: rinnovo mensile o settimanale

Ricorda inoltre che ci sono regole diverse se desideri:

Il Tenancy Deposit Scheme (Sistema di Deposito di Locazione)

Nel Regno Unito, il Tenancy Deposit Scheme (TDS) è un sistema che mira a proteggere i depositi di sicurezza (comunemente chiamati caparra in italiano) dei locatari e a garantire una gestione equa dei fondi tra locatori e affittuari. Secondo le leggi sulla locazione, i locatori sono obbligati a proteggere la caparra dei loro affittuari mediante l’inclusione di questi fondi in uno dei tre regimi di TDS riconosciuti:

Il TDS ha lo scopo di prevenire dispute tra locatori e affittuari riguardo alla restituzione dei depositi al termine del contratto di locazione. Quando un locatore riceve la caparra, è tenuto a registrarne i dettagli presso uno dei regimi di TDS entro un certo periodo di tempo. Questo offre una maggiore trasparenza e rende il processo di restituzione dei depositi più equo.

Se sorgono dispute sulla restituzione dei depositi, il TDS fornisce un servizio di risoluzione delle controversie per aiutare a trovare una soluzione equa. Questo è particolarmente importante in caso di danni alla proprietà o di contestazioni tra le parti.

In sintesi, il Tenancy Deposit Scheme è una misura chiave per garantire la sicurezza finanziaria degli affittuari e promuovere rapporti locatore-affittuario equi e trasparenti nel Regno Unito. È fondamentale che locatori e affittuari comprendano le disposizioni di questo sistema e rispettino le leggi sulla protezione dei depositi di sicurezza per evitare dispute potenziali.

Il Preavviso (notice) in un Contratto di Locazione nel Regno Unito

Il preavviso o, in inglese “notice”, è un aspetto essenziale nei contratti di locazione nel Regno Unito. Tanto il landlord quanto il tenant, hanno il diritto di dare preavviso per terminare il contratto di locazione in conformità con i termini del contratto. Questo processo è regolato da leggi specifiche che determinano quanto lungo deve essere il preavviso e come deve essere notificato.

Di solito, un affittuario deve dare un preavviso adeguato al locatore se desidera terminare il contratto, mentre il landlord deve seguire procedure specifiche se desidera terminare l’affitto. Il preavviso è essenziale per garantire che entrambe le parti abbiano il tempo di organizzare la propria situazione abitativa in modo adeguato.

Il periodo di preavviso richiesto può variare a seconda della durata del contratto e delle specifiche circostanze. È fondamentale che le parti rispettino tali termini per evitare dispute e possibili conseguenze legali. Un contratto di locazione dovrebbe sempre dettagliare chiaramente i requisiti di preavviso.

Il Subaffitto nel Regno Unito

Il subaffitto, noto anche come “subletting“, è una pratica in cui un affittuario affitta parte o l’intera proprietà che ha in affitto a un terzo. Nel Regno Unito, il subaffitto è legale, a condizione che il contratto di locazione originale non vieti espressamente tale pratica. Tuttavia, gli affittuari dovrebbero notificare il loro locatore o richiedere il suo consenso prima di procedere con il subaffitto.

Il subaffitto può essere una soluzione utile per gli affittuari che desiderano condividere spazi o ridurre i costi dell’affitto. Tuttavia, è importante notare che l’affittuario originale rimane responsabile nei confronti del locatore per qualsiasi inadempienza contrattuale o danni alla proprietà. Inoltre, il landlord può richiedere un aumento del canone di locazione se il subaffitto è permesso e comporta un aumento del numero di inquilini.

Scopri di più  Come Affrontare la Perdita di Oggetti Importanti: Prevenzione e Recupero

Per coloro che intendono subaffittare, è consigliabile avere un contratto scritto con il subaffittuario che chiarisca i termini e le condizioni dell’affitto. Questo può aiutare a prevenire dispute future.

Le Leggi e i Regolamenti

Nel Regno Unito, ci sono regole da seguire. Le leggi come l’Housing Act 1988 e il Tenant Fees Act 2019 mettono ordine nella giungla dei contratti di casa. Hanno lo scopo di proteggere te e il tuo portafoglio da brutte sorprese. Il sito Citizens Advice offre una panoramica sui contratti di casa che vorrai certamente leggere.

Diritti e Doveri per il Proprietario e per l’Affittuario

Questi sono alcuni dei diritti e doveri chiave del locatore e dell’affittuario nel Regno Unito, ma è importante notare che la legge può variare in base alla giurisdizione specifica e al tipo di contratto di locazione.

Diritti e doveri per il proprietario

Diritti:

  1. Diritto di Ricevere il Canone di Locazione: Il locatore ha il diritto di ricevere il canone di locazione stabilito nel contratto.
  2. Diritto di Accedere alla Proprietà: Il locatore ha il diritto di accedere alla proprietà per ispezioni o riparazioni, previo preavviso adeguato al locatario.
  3. Diritto di Terminare il Contratto in Caso di Inadempienza: Se il locatario non rispetta i termini del contratto, il locatore ha il diritto di terminare il contratto e richiedere il rilascio della proprietà.
  4. Diritto di Aumentare il Canone di Locazione: In determinate circostanze e con un preavviso appropriato, il locatore ha il diritto di aumentare il canone di locazione.
  5. Diritto di Ricevere Compensazione per Morosità: Se il locatario non paga l’affitto in modo tempestivo, il locatore ha il diritto di richiedere un indennizzo.
  6. Diritto di Richiedere la Revisione dell’Affitto Periodica: In caso di contratti a lungo termine, il locatore ha il diritto di richiedere una revisione periodica del canone di locazione.
  7. Diritto di Richiedere la Rilascio della Proprietà al Termine del Contratto: Alla scadenza del contratto di locazione, il locatore ha il diritto di richiedere il rilascio della proprietà.

Doveri:

  1. Dovere di Fornire una Proprietà Sicura e in Buono Stato: Il locatore ha il dovere di garantire che la proprietà sia sicura e ben tenuta.
  2. Dovere di Riparare e Mantenere la Proprietà: Il locatore ha il dovere di effettuare le riparazioni necessarie e mantenere la proprietà in buone condizioni.
  3. Dovere di Restituire il Deposito di Sicurezza: Al termine del contratto, il locatore ha il dovere di restituire il deposito di sicurezza al locatario, trattenendo solo le somme dovute per danni o inadempienze contrattuali.
  4. Dovere di Fornire un Avviso Adeguato: Il locatore ha il dovere di fornire un avviso adeguato per terminare il contratto o apportare modifiche significative.
  5. Dovere di Rispettare i Diritti del Locatario: Il locatore ha il dovere di rispettare i diritti del locatario, come la privacy e la pace e il godimento tranquillo della proprietà.
  6. Dovere di Fornire Informazioni Legally Obligations: Il locatore ha il dovere di fornire informazioni legalmente obbligatorie, come l’EPC (Certificato di Prestazione Energetica) e il manuale di sicurezza del locatario.

Diritti e Doveri per l’Affittuario

Diritti:

  1. Diritto di Occupare la Proprietà: L’affittuario ha il diritto di occupare la proprietà in base ai termini del contratto di locazione.
  2. Diritto di Vivere in una Proprietà Sicura e Ben Mantenuta: L’affittuario ha il diritto di aspettarsi una proprietà sicura e ben tenuta.
  3. Diritto alla Privacy: L’affittuario ha il diritto alla privacy e alla tranquillità nella proprietà affittata.
  4. Diritto di Richiedere Riparazioni Necessarie: Se la proprietà ha bisogno di riparazioni, l’affittuario ha il diritto di richiederle al locatore.
  5. Diritto a un Preavviso Adeguato: L’affittuario ha il diritto a un preavviso adeguato prima di essere sfrattato o prima di apportare modifiche significative al contratto.
  6. Diritto a un Contratto di Locazione Scritto: L’affittuario ha il diritto a un contratto di locazione scritto che specifichi i termini e le condizioni dell’affitto.
  7. Diritto di Recuperare il Deposito di Sicurezza: Alla fine del contratto, l’affittuario ha il diritto di recuperare il deposito di sicurezza, a meno che non siano dovuti per danni o inadempienze contrattuali.
  8. Diritto a una Revisione Periodica del Canone di Locazione: In alcune circostanze, l’affittuario ha il diritto di richiedere una revisione del canone di locazione.
  9. Diritto alla Non Discriminazione: L’affittuario ha il diritto di non essere discriminato sulla base di razza, religione, genere, orientamento sessuale o altre caratteristiche protette.
  10. Diritto a una Notifica Adeguata per le Riparazioni: L’affittuario ha il diritto di ricevere una notifica adeguata se il locatore deve effettuare riparazioni o manutenzione.
Scopri di più  Tutorial: Trasferire soldi con Wise

Doveri:

  1. Dovere di Pagare l’Affitto: L’affittuario ha il dovere di pagare l’affitto in tempo e secondo i termini del contratto di locazione.
  2. Dovere di Mantenere la Proprietà in Buone Condizioni: L’affittuario ha il dovere di mantenere la proprietà in buone condizioni, effettuando la pulizia di routine e segnalando i danni.
  3. Dovere di Rispettare i Termini del Contratto: L’affittuario ha il dovere di rispettare i termini e le condizioni del contratto di locazione, compresi i requisiti relativi ai pagamenti e alle regole della proprietà.
  4. Dovere di Consentire l’Accesso per Ispezioni e Riparazioni: L’affittuario ha il dovere di consentire al locatore l’accesso per ispezioni e riparazioni, previo preavviso adeguato.
  5. Dovere di Notificare il Locatore: L’affittuario ha il dovere di notificare tempestivamente il locatore di eventuali problemi o danni nella proprietà.
  6. Dovere di Rispettare le Leggi e le Regole del Condominio: L’affittuario ha il dovere di rispettare tutte le leggi e le regole del condominio che si applicano alla proprietà.
  7. Dovere di Restituire la Proprietà in Buono Stato: Alla fine del contratto, l’affittuario ha il dovere di restituire la proprietà in buono stato, a meno che non siano previste deroghe contrattuali.
  8. Dovere di Pagare le Utenze: L’affittuario ha il dovere di pagare le bollette e le spese relative all’uso della proprietà, come le utenze e le tasse.
  9. Dovere di Rispettare i Vicini: L’affittuario ha il dovere di rispettare i vicini e non arrecare disturbo.
  10. Dovere di Rinnovare o Liberare la Proprietà al Termine del Contratto: Alla fine del contratto, l’affittuario ha il dovere di rinnovare il contratto o liberare la proprietà, a seconda dei termini del contratto.

Risolvere le Dispute

In ogni storia d’amore, c’è spazio per qualche screzio. Ecco dove entrano in gioco le dispute. L’importante è che ci siano strade per risolvere tutto. È importante che entrambe le parti conoscano i propri diritti e doveri contrattuali e legali e cerchino una soluzione collaborativa prima di ricorrere a misure legali più drastiche.

Le dispute tra locatori (landlords) e affittuari (tenants) possono sorgere per una serie di motivi, e la risoluzione pacifica di tali dispute è di fondamentale importanza per garantire una convivenza armoniosa e il rispetto dei diritti di entrambe le parti. Ecco alcune delle dispute comuni e come possono essere affrontate nel Regno Unito:

  1. Arretrati nell’Affitto: Quando un affittuario accumula arretrati nell’affitto, il locatore può iniziare una procedura di sfratto. Tuttavia, la mediazione o la negoziazione possono spesso evitare sfratti e consentire agli affittuari di stabilire un piano di pagamento o di risolvere altre questioni.
  2. Manutenzione e Riparazioni: Le dispute sulla manutenzione e le riparazioni possono sorgere se il locatore non risponde prontamente a richieste di riparazioni. Gli affittuari hanno il diritto di vivere in una proprietà sicura e ben tenuta, e possono rivolgersi alle autorità locali se il locatore non adempie ai suoi doveri.
  3. Restituzione del Deposito: Al termine del contratto, il ritorno del deposito di sicurezza può essere una fonte di dispute. Per risolvere questo problema, il locatore e l’affittuario dovrebbero effettuare un inventario iniziale e finale e accordarsi su eventuali detrazioni per danni o pulizie.
  4. Aumenti del Canone di Locazione: Se il locatore desidera aumentare il canone di locazione, ci sono regole specifiche da seguire, come fornire un preavviso adeguato. Gli affittuari possono contestare gli aumenti ingiustificati.
  5. Terminazione Anticipata del Contratto: Se un affittuario o un locatore desidera terminare il contratto di locazione in anticipo, devono seguire le clausole contrattuali o le leggi sulla terminazione anticipata. Una negoziazione può aiutare entrambe le parti a trovare una soluzione accettabile.
  6. Reclami dei Vicini: Se i vicini si lamentano delle azioni o del comportamento degli affittuari, il locatore deve affrontare la questione con l’affittuario. La comunicazione aperta può contribuire a risolvere tali dispute.
  7. Condizioni Generali della Proprietà: Le dispute possono sorgere in relazione alle condizioni generali della proprietà. Gli affittuari dovrebbero segnalare le preoccupazioni al locatore e, se necessario, alle autorità locali o al servizio di affittuari.
  8. Danneggiamenti e Inadempienze Contrattuali: Se un affittuario danneggia la proprietà o non adempie ai propri doveri contrattuali, il locatore può trattenere parte del deposito o perseguire ulteriori azioni legali.
  9. Dispute Legate al Contratto: Le dispute legate alle clausole del contratto di locazione possono essere risolte attraverso la mediazione o l’arbitrato, se previsto dal contratto.
  10. Violazioni dei Diritti degli Affittuari: Gli affittuari hanno diritti legali, e le violazioni di tali diritti possono essere segnalate alle autorità competenti.

Conclusioni

In breve, i contratti di casa nel Regno Unito sono come la guida per il tuo viaggio nell’acquisto o nell’affitto di una casa. La chiarezza e il rispetto di questi contratti sono la chiave per una convivenza serena tra proprietari e affittuari. E ricordati, ci sono leggi che proteggono tutti, quindi è meglio conoscerle!

Speriamo che questa panoramica semplificata ti abbia dato una comprensione più chiara dei contratti di casa nel Regno Unito.

10 commenti
  1. Mom
    Mom dice:

    Salve, volevo chiedere informazioni su un contratto d’affitto in essere. Sul contratto compare il mio nome e quello del padre di mio figlio, ma lui comunicò tempo fa tramite messaggio di testo al proprietario che sarebbe andato via dal flat. Sto lasciando Il Regno Unito e il mio ex compagno mi chiede di lasciargli l’appartamento convinto che sia ancora presente nel contratto. Potete darmi consigli in merito? Grazie

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Mom, giusto per essere certo di avere capito bene. Il tuo ex compagno ha rimosso il suo nome dal contratto di casa e ora ti chiede di lasciargli l’appartamento. Sarebbe una buona idea se voi reinseriste il suo nome nel contratto e invece il tuo fosse rimosso. Non e’ mai una buona idea lasciare il proprio nome in un contratto di una casa dove non si e’ residenti.

      Sapevi che quando lasci il Regno Unito devi informare l’ufficio tasse che sei andata via e che potresti anche ottenere la disoccupazione al tuo rientro in Italia? Per maggiori info, visita il nostro sito.

      Rispondi
  2. Loredana
    Loredana dice:

    Salve, ho appena firmato il contratto di affitto in UK. Vorrei sapere se il contratto così firmato da me a dal mio padrone di casa posso utilizzarlo per la detrazione delle tasse in Italia. Grazie

    Rispondi
  3. Monica Vargiu
    Monica Vargiu dice:

    Ciao a tutti,
    dovrei pagare l’affitto di un monolocale in UK, ho provato a fare un bonifico dal mio conto (italiano) e purtroppo non va a buon fine. Il proprietario mi ha detto che potrei eventualmente pagare in contanti. Mi chiedevo se questa tipologia di pagamento fosse comunque legale e/o se esistono dei margini di spesa affinché lo sia. Grazie mille in anticipo,
    Monica

    Rispondi
  4. Enrico Migliarelli
    Enrico Migliarelli dice:

    Ciao a tutti,
    cosa sapreste dirmi invece di un prolungamento di contratto? E’ inscindibile (nel senso che devo comunque portarlo fino a termine) oppure possiamo andarcene in qualsiasi momento? Chiedo perchè siamo in 5 e abbiamo trovato una casa meravigliosa, ma il nostro contratto ci “obbliga” a rimanere fino alla fine del contratto che scade a luglio. Se me ne vado, anche magari pagando l’affitto del mese corrente, incappo in qualche spesa aggiuntiva? oppure sono perseguibile a norma di legge? oppure avrò un bad rating per una futura carta di credito/mortgage?
    Grazie

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Enrico,
      Un contratto deve sempre essere portato a termine, pena una denuncia e diverse complicazioni. Importante e’ leggere le informazioni e clausole contenute nel contratto stesso. Potresti anche contattare l’agenzia/landlord e chiedere se potete se sono d’accordo che lasciate la casa due mesi prima o che eventualmente possiate cercare voi degli inquilini sostituti. Ancora, potreste pagare tutto maggio e perdere la caparra per pagare giugno. Importante comunque non abbandonare la casa senza informare il padrone della casa.

      Rispondi
  5. Valentina
    Valentina dice:

    Concordo con quanto segue.
    A me è stato stipulato un contratto di tipo verbale e sono sicura del deposito in quanto vivo con il landord e sua moglie.
    Prima di arrivare in UK ero convinta che i contratti di affitto fossero legali solo se scritti. Il vostro articolo ha centrato a pieno la questione!

    Rispondi
    • Marco Abis
      Marco Abis dice:

      Ciao Valentina,
      esattamente, questa e’ la differenza con l’italia. In italia un contratto di affitto deve essere messo per iscritto mentre nel Regno Unito il contratto di affitto verbale e’ legale. Ovviamente in questo caso suggerisco di effettuare i pagamenti tramite conto bancario in modo che il pagamento possa essere tracciabile qualcosa necessitassi di dimostrare di aver inviato i soldi al padrone della casa.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *