Cosa sono i benefits e come richiederli

Salvadanaro aperto su tavolo e tante monete

I benefits sono l’equivalente dei sussidi italiani, indispensabili per aiutarci nei momenti di difficoltà. Esistono diverse categorie di benefits a seconda delle nostre circostanze, e sono accessibili anche agli italiani residenti in Gran Bretagna. Quali tipi di benefits esistono e come si possono richiedere? Scopriamolo insieme.

Come richiedere i benefits? 

Per poter richiedere i benefits dovrai per prima cosa dimostrare il tuo “right to reside”. Se vivi nel Regno Unito da più di cinque anni, il settled status richiedilo qui se non l’hai ancora fatto – dimostrerà automaticamente la tua residenza nel paese.  

Se invece risiedi nel Regno Unito da meno di cinque anni, il pre-settled status non può essere usato per dimostrare il tuo “right to reside”.

Come presentare la domanda per l’Universal Credit e ottenere sussidi statali?

 

Esistono però altri modi per dimostrarlo:

  • Se lavori da almeno tre mesi (in proprio o come dipendente) e guadagni in media più di £166 a settimana, puoi mostrare una tua busta paga o il contratto di lavoro; 
  • Se guadagni meno di £166 a settimana, dovrai fornire più informazioni riguardo il tuo lavoro (da quando lavori, quante ore lavori, quanto guadagni ecc.); 
  • Se non hai un contratto regolare o hai un contratto a zero ore, la persona che deciderà se attribuirti o meno i benefits analizzerà il tuo caso nel dettaglio; 
  • Se avevi il “right to reside” ma non lavori più (sei stato licenziato o il tuo datore di lavoro non ti ha concesso di ridurre le ore per prenderti cura di un figlio) dovrai richiedere il “retaining worker status”. Assicurati di essere registrato come job seeker e conserva tutte le prove del tuo ultimo lavoro; 
  • Se lavori e sei incinta, non perderai il “right to reside” durante il periodo di maternity leave. Se decidi invece di lasciare il tuo lavoro, avrai il “retaining worker status” fino a un anno dalla data di termine del lavoro; 
  • Se un membro della tua famiglia (partner, genitore ecc.) ha il “right to reside”.

Oltre alla residenza dovrai dimostrare la tua intenzione di restare in Inghilterra a lungo termine. Ti sarà chiesto di passare il habitual residence test, le cui domande saranno basate sul tipo di sussidio a cui vuoi fare richiesta. 

Che cosa sono il “right to reside” e il “retaining worker status”?

Il Right to reside è il “diritto di soggiorno” e significa che hai il diritto di vivere nel Regno Unito.

Se sei un cittadino europeo, ottieni il diritto di soggiorno se sei:

  • lavoratore dipendente
  • lavoratore indipendente
  • registrato come job seeker (alla ricerca di lavoro)
  • economicamente auto sufficiente
  • uno studente

Il retaining worker status significa che hai mantenuto il tuo status di lavoratore.

Lo status di “lavoratore” viene mantenuto quando il lavoratore non è temporaneamente in grado di lavorare a causa di una malattia o un infortunio sul lavoro. Questo vale per coloro che non sono attualmente occupati.

Housing benefits governo inglese

Quando è possibile richiedere i benefits?

Quando non guadagni abbastanza o sei disoccupato 

Se sei attualmente alla ricerca di lavoro, oppure non guadagni abbastanza per vivere correttamente, potresti aver diritto allo Universal Creditun sussidio che raggruppa molti benefits (Housing Benefit, ESA, JSA, Child Tax Credit, Working Tax Credit e Income Support). I requisiti sono: 

  • Guadagni poco o non hai molti soldi (meno di £16,000); 
  • Hai raggiunto la maggiore età (in alcuni casi puoi anche riceverli a partire dai 16 anni); 
  • Hai bisogno di aiuto per pagare l’affitto o il mutuo; 
  • Sei attualmente disoccupato e stai cercando lavoro; 
  • Sei malato o hai una condizione per cui ti è difficile lavorare. 

Se hai passato l’età della pensione non hai diritto all’Universal Credit, ma potresti beneficiare di altri sussidi statali.  

La somma di denaro versata dallo stato dipende dalle tue circostanze: 

  • £251.77 al mese per chi ha meno di 25 anni e vive da solo/a; 
  • £317.82 al mese per chi ha più di 25 anni vive da solo/a; 
  • £395.20 al mese per chi ha meno di 25 anni e vive con il/la partner; 
  • £498.89 al mese per chi ha più di 25 anni e vive con il/la partner. 

Quando hai una malattia, una disabilità o ti prendi cura di qualcuno 

Che tu abbia un lavoro o meno, puoi ricevere degli aiuti finanziari dallo stato, a condizione che tu abbia vissuto nel Regno Unito per almeno due anni complessivi nell’arco degli ultimi tre anni. Puoi ricevere sussidi se: 

  • Hai una malattia o disabilità: potresti ricevere il Personal Independence Payment (PIP), con pagamenti settimanali a partire da £23.20;
  • Tuo figlio ha una malattia o una disabilità: potresti aver diritto alla Disability Living Allowance for your child (tra £23.20 e £148.85 a settimana);
  • Ti prendi cura di qualcuno che riceve benefits per un minimo di 35 ore a settimana: potresti ricevere il Carer’s Allowance (£66.15 a settimana);
  • Hai superato l’età della pensione e hai bisogno di qualcuno che si prenda cura di te: potresti ricevere l’Attendance Allowance (da £58.70 a £87.65 a settimana). 

Mamma trasporta bambino nel passeggino

Quando hai figli a carico

Se hai figli da mantenere, puoi richiedere il Child Benefit. Non importa se lavori o se hai dei risparmi, ma il figlio deve avere meno di 16 anni o non più di 20 anni e a scuola a tempo pieno. Riceverai, in pagamenti mensili, £20.70 a settimana per il primo figlio; per ogni figlio supplementare la cifra è invece di £13.70.

Non avrai diritto al Child Benefit se tuo figlio: 

  • È in ospedale per più di 12 settimane e non spendi soldi per mantenerlo; 
  • Ha più di 16 anni e lavora almeno 24 ore a settimana; 
  • È stato in prigione o in detenzione nelle ultime otto settimane; 
  • È stato sotto la responsabilità delle autorità locali nelle ultime otto settimane; 
  • Riceve benefits quali il Jobseeker’s Allowance, Universal Credit, tax credits, Income Support o Employment and Support Allowance; 
  • È sposato o in un’unione civile (eccetto se non vivono insieme o se il loro partner studia a tempo pieno).

Quando hai superato l’età della pensione 

Potresti aver bisogno di un aiuto dallo stato se la pensione che ricevi non basta a coprire le tue spese. Una volta superata l’età della pensione non avrai più diritto allo Universal Credit, ma ci sono altri aiuti finanziari a cui potresti aver diritto, a seconda della tua condizione: 

  • Se non lavori o non guadagni abbastanza puoi richiedere il Pension Credit per arrotondare i fine mese (la somma ricevuta dipende da quanto si guadagna), o l’Housing Benefit se ti serve aiuto per pagare l’affitto (se hai un lavoro potresti non ricevere alcun housing benefits a meno che il tuo salario non sia sotto una certa soglia);
  • Se hai una malattia o una disabilità puoi richiedere l’Attendance Allowance; 
  • Se ti prendi cura di qualcuno puoi richiedere il Carer’s Allowance (£66.15 a settimana); 
  • Se hai figli a carico puoi richiedere sia il Pension Credit che il Child Benefit 

Ricevo sussidi da un altro stato europeo – posso richiedere i Benefits in Inghilterra? 

Ricevere sussidi da un altro stato UE non ti impedisce di richiedere i Benefits in Inghilterra. Al momento della richiesta è obbligatorio dichiarare da quale stato ricevi i sussidi e quanti soldi percepisci al mese. A seconda di quanti soldi ricevi il Job Centre deciderà a quanti benefits avrai diritto. 

Ora sai tutto sui benefits inglesi. Condividi con noi le tue opinioni nella sezione commenti!

Come aprire un conto corrente bancario inglese

Quale conto bancario aprire

Quale conto corrente bancario inglese scegliere

Quando arrivi in Gran Bretagna una delle prime cose da fare, oltre al numero di telefono e al NIN, è aprire un conto corrente.

Il conto corrente bancario è spesso un gran dilemma: quale banca scegliere, quale offerta attivare e soprattutto, quanto tempo ci vuole per avere un conto corrente?

Tra le banche inglesi più conosciute anche in Italia UK annoveriamo la HSBC e la Barclays, che sono tra le più grandi e presenti nel territorio, ma non sempre è così semplice aprire un conto.

Come aprire un conto bancario

Innanzitutto vorrei fare una premessa. Esistono due principali tipi di banche: quelle tradizionali con una sede fisica e quelle che funzionano solo online. In questo articolo cercherò di fare chiarezza sulla differenza tra questi due tipi di banca e come aprire un conto tradizionale e online.

Banche fisiche

Le banche tradizionali o fisiche sono quelle che incontri per strada, es. Barclays, HSBC e Natwest per citarne alcune.

Il metodo più semplice per aprire un conto corrente di questo genere in UK è accedere direttamente al sito della banca e seguire la procedura guidata per la registrazione (in inglese, bank account application). Durante la registrazione verranno richieste tutte le informazioni personali e dettagli circa la tua residenza.

Una volta terminata la registrazione e la richiesta di apertura del conto, riceverai una email che ti invita a recarti in banca di persona per effettuare il riconoscimento con uno dei consulenti bancari. Questa è senz’altro la procedura standard più utilizzata.

Purtroppo, ahimè, non è sempre facile aprire un conto corrente tradizionale per via delle misure di sicurezza sempre più restrittive. Spesso è impossibile senza una raccomandazione o un apprezzabile storico bancario o delle garanzie di affidabilità finanziaria. Infine, ma non meno importante, la certezza che il conto sarà utilizzato per portare beneficio in terra locale.

Che documenti servono per aprire un conto corrente tradizionale?

Prima di recarsi in banca, bisogna preparare i documenti richiesti. Nel dettaglio, i seguenti sono i documenti che potrebbero essere richiesti:

Un documento di identità:

  • passaporto EU o UK
  • documento di identità nazionale (possibilmente la carta plastificata)
  • patente di guida EU o UK

Una proof o address:

  • bolletta a nome proprio
  • NIN
  • contratto di lavoro

Nonostante sia ben chiaro quali siano i documenti richiesti e tutti abbiamo un documento di identità valido, non sempre è facile reperire gli altri documenti quali la bolletta a nome proprio, il NIN o il contratto di lavoro per i quali impiegheremo diverso tempo per ottenerli.

Conto bancario Online

Il conto corrente bancario online, così come dice il nome stesso, è un conto online, cioè non ha un sede fisica e si basa sull’utilizzo del cellulare. Infatti, quasi tutte le banche online ti permettono di gestire il tuo conto attraverso la loro propria applicazione, sia per telefoni Android che per iPhone.

I migliori e più conosciuti conti online sono:

  • Monese: la banca online britannica più importante. Offre un conto in Sterline e in Euro, personale e business. Apri un conto Monese qui.
  • TransferWise: è il servizio più usato per trasferire soldi da una moneta all’altra, inoltre da oltre un anno ha introdotto una carta che ti permette di ridurre le commissioni quando viaggi all’estero e spendi in una moneta diversa dalla tua.

Quali sono le principali differenze tra una banca fisica e una banca online?

Le differenze tra banche con sede fisica e online sono minime, entrambe di permettono di proteggere i tuoi soldi, di effettuare acquisti online, nei negozi o ancora di chiedere un prestito (non tutte le banche online concedono prestiti).

Sicuramente uno dei motivi principali per optare per un conto corrente online, soprattutto per te che stai arrivando adesso nel Regno Unito, è che non hai bisogno di una proof of address, cioè non devi per forza dimostrare quale sia il tuo indirizzo, cosa fondamentale invece, se vuoi aprire un conto bancario fisico. Infatti, le banche online, sono la nuova generazione di banche, fatte e sviluppate per te che viaggi e vuoi maggiore flessibilità.

Inoltre, aprire un conto bancario è rapidissimo, varia dai 10 ai 30 minuti in base alla chiarezza dei documenti che sarai riuscito a caricare sull’applicazione durante la fase di registrazione del conto.

Che cosa è la proof of address?

La proof of address o volgarmente la prova di indirizzo è semplicemente un documento ufficiale che indica il nostro domicilio corrente.

Ti suggerisco di leggere il nostro articolo dedicato alle parole inglesi di uso comune e il loro significato.

Utilizzare la nostra carta italiana in UK

Quando arrivi in Inghilterra puoi continuare a usare la tua carta Italiana per pagare nei negozi, per prelevare dei contanti e anche per effettuare dei bonifici. Ma devi stare attento perché ognuna di queste transazioni comporterà delle commissioni.

Pagamento tramite terminale nei negozi: tendenzialmente questo tipo di pagamento non comporta alcuna commissione extra ma dal momento che tu spenderai sterline, la tua banca dovrà convertire gli Euro in sterlina e tale conversione ti fa sempre perdere del denaro. Infatti le banche hanno un tasso di cambio sempre più alto del tasso di cambio medio reale.

Ricorda sempre di verificare il sito della tua banca prima di partire all’estero cosi da essere informato su eventuali spese e commissioni extra.

Prelievo di contanti: la commissione per il prelievo di contanti da uno sportello inglese può essere alta addirittura fino a 5 Euro quindi ricorda che, se devi prelevare perché ne hai necessità assoluta, preleva quanto più puoi in modo da ammortizzare la commissione. Generalmente l’importo massimo che puoi prelevare in un giorno è tra i 250 e i 300 Euro.

Bonifico: questa è tra le tre, la transazione sicuramente meno comune ma potrebbe servirti nel caso dovessi effettuare un bonifico per il deposito e l’affitto per poter entrare nella tua nuova casa. In questo caso le commissioni potrebbero raggiungere anche i 30 Euro o più (dipende dall’ammontare inviato e dalla tua banca). Se la persona alla quale stai inviando un bonifico è inglese, avrà sicuramente un conto bancario inglese quindi il tuo sarà considerato un bonifico internazionale.

Evita commissioni di trasferimento alte utilizzando il servizio TransferWise (commissioni basse e trasferimento internazionale effettuato in meno di un’ora).

Inoltre vorrei farti notare che avere una carta italiana potrà essere un inconveniente anche per il tuo datore di lavoro quando dovrà pagarti lo stipendio. Infatti, così come risulta essere un trasferimento internazionale quando tu devi pagare una banca inglese dal tuo conto italiano, allo stesso modo risulterà essere un bonifico internazionale se dovrà pagare lo stipendio dal suo conto inglese al tuo conto italiano.

Se hai qualche domanda scrivi un commento nella sezione commenti qua sotto.

Tutorial: Trasferire soldi con TransferWise

TransferWise logo pagina promozioni

Trasferire Euro in Sterline con TransferWise

TransferWise è un servizio digitale nato nel 2011 che permette di trasferire soldi a costi molto bassi valute diverse, esempio da Euro a sterlina, da Euro a dollaro e così via. È possibile trasferire soldi con TransferWise oltre 300 valute.

Infatti, l’obiettivo di TransferWise è quello di abbattere i costi imposti dalle banche permettendoti di risparmiare qualche soldo nelle transazioni internazionali. TransferWise ha riscosso successo immediato diventando uno dei servizi di money transfer più importanti assieme a Western Union. Questo piccolo video ti aiuterà a capire meglio come funziona:

A chi serve TransferWise?

TransferWise è utile a chiunque debba inviare delle somme di denaro da una valuta a un’altra. Vi farò qualche esempio:

  • Le persone che vanno a vivere in paesi diversi spesso necessitano di muovere denaro dal conto principale al conto appena aperto nel nuovo paese.
  • Qualunque privato voglia comprare dei prodotti da un paese lontano. A chi non è capitato di voler acquistare un nuovo telefono da una compagnia che si trova in Cina e di voler risparmiare nell’invio dei soldi?
  • Risulta essere un metodo di invio molto veloce per tutti i professionisti che devono inviare del denaro in un altro paese per acquistare della merce.

Perché usare TransferWise e non una banca tradizionale?

Ci sono tantissimi motivi per scegliere di usare TransferWise anziché una banca tradizionale, quando stiamo effettuando una compera in una valuta diversa dalla nostra o quando semplicemente vogliamo inviare dei soldi a degli amici o familiari che vivono all’estero.

Come accennato prima, abbatte i costi sui trasferimenti internazionali imposti dalle banche. Infatti, quando tu vuoi effettuare un trasferimento dalla tua moneta a un’altra, la tua banca tendenzialmente non solo ti addebita i costi di conversione della valuta, ma anche i costi per avere inviato dei soldi all’estero.

Spesso questa commissione varia se hai effettuato un trasferimento in Europa o fuori dall’Europa (se devi inviare Euro a un conto in sterline, la tua banca potrebbe inviare direttamente sterline facendoti pagare la conversione. Attenzione: se dalla tua banca italiana invii Euro, questa conversione verrà effettuata dalla banca ricevente quindi, a prescindere da quale banca faccia la conversione, questa la pagherai comunque).

Come funziona TransferWise?

Utilizzare TransferWise è davvero molto semplice:

  1. Apri un account. Registra i tuoi dati personali quali nome, cognome e indirizzo e utilizza il nostro link per usufruire immediatamente degli sconti.
  2. Scegli valuta e somma di denaro che vuoi inviare.
  3. Scrivi i dettagli di chi riceve i soldi. Se sei tu stesso a ricevere i soldi allora indica “myself” altrimenti “someone else“. In ogni caso, se stai inviando dei soldi a un conto bancario nel Regno Unito, utilizza come metodo di invio “metodo UK” inserendo il Sort Code e Account Number del tuo conto inglese e non l’Iban.
  4. Verifica la tua persona inviando una copia del tuo documento. Se farai una fotografia con il tuo telefono al tuo documento, assicurati di rimuovere la plastica protettiva e che non presenti zone lucide, cerca di oscurare queste zone magari con la mano o spostando il documento sotto una luce diversa, magari più distante dalla luce elettrica o dalla finestra o ancora, rimuovendo il flash del telefono.
  5. Registra i dettagli del conto o della carta dalla quale vuoi inviare i soldi – hai la possibilità di scegliere tra bonifico bancario o l’utilizzo della tua carta. Quest’ultima è la scelta più veloce ed economica.
  6. Una volta inseriti tutti questi dettagli, potrai verificare che abbia scritto tutto correttamente e procedere con l’invio dei soldi.

Riassumendo, perché utilizzare TransferWise?

  • Il primo trasferimento effettuato è gratuito fino a un massimo di Euro 500 inviati.
  • Basso costo di invio valuta – circa Euro 4.50 ogni Euro 1000 inviati.
  • Quando effettui un trasferimento puoi tracciare i soldi e sapere i tempi di arrivo.
  • Hai un servizio di assistenza fantastico. Infatti potrai parlare con un operatore entro pochi minuti chiamando il numero 0203 6950 999 o chattare live con un operatore.
  • TransferWise offre una carta di debito che puoi utilizzare in tanti paesi in giro per il mondo.

Un altro aspetto positivo da non sottovalutare è la possibilità di utilizzare il servizio di assistenza da noi offerto su come utilizzare TransferWise. Infatti per ogni dubbio potrai contattarci e cercheremo di aiutarti sia nella fase di registrazione che nella fase di invio di soldi a un altro account.

Se l’articolo ti è piaciuto o se usi altri servizi, scrivici nella sezione commenti qua sotto.